Categorie: ACQUISITIONBlog

Nuovo algoritmo Facebook: cosa cambia per le pagine

Il nuovo algoritmo di Facebook privilegerà i post di amici e parenti, penalizzando quelli di aziende e media.

Dopo la guerra contro l’engagement baiting iniziata da Facebook sul finire del 2017 ecco che il 12 Gennaio 2018 Mark Zuckerberg ha annunciato un algoritmo nuovo di zecca: più spazio ai post di amici, parenti e gruppi rispetto a quelli pubblicati dalle pagine. Il perché è lo stesso CEO della piattaforma a spiegarlo in un lungo post pubblicato sul suo profilo.

La nuova mission di Facebook appare chiara già dalle prime righe: “One of our big focus areas for 2018 is making sure the time we all spend on Facebook is time well spent.” Dopo il post arriva anche la conferma ufficiale: nel newsfeed di ognuno di ognuno di noi sarà data priorità ai post che generano conversazioni e interazioni tra persona e persona.

Cosa cambia per le pagine con il nuovo algoritmo Facebook? 

Con il nuovo algoritmo Facebook ci sarà un calo della reach, quindi le pagine subiranno una diminuzione del traffico e anche del tempo di visualizzazione dei video; l’impatto di questo update non sarà ovviamente uguale per tutti: se la tua pagina raccoglie già poche interazioni sicuramente soffrirai maggiormente di questo aggiornamento.

Tieni presente però che alcuni contenuti avranno ugualmente una posizione prioritaria in termini di visibilità:

  • Video Live
  • Contenuti che generano conversazioni e interazioni all’interno dei Gruppi
  • Eventi
  • Post di aziende, marchi e attività locali

Cosa fare adesso?

Prima cosa: non spaventarti! Facebook, anche con il nuovo algoritmo, rimane un eccezionale strumento di business. Prima di darti dei suggerimenti strategici però una premessa è d’obbligo: è necessario preventivare un budget media. Ottenere dei risultati su questo social senza un investimento pubblicitario (anche prima del cambio di algoritmo) è utopico.

Questo però non basta: è fondamentale condividere contenuti pertinenti e rilevanti per la tua target audience, come ad esempio le dirette Facebook, volte a creare engagement intorno ad un momento particolare per il tuo brand. Non solo: sfrutta tutte le tab che hai a disposizione. Hai deciso di organizzare un evento? Fallo sapere alla tua fanbase utilizzando lo strumento dedicato!

Dopo il cambio di algoritmo, ti consiglio inoltre di valutare se i tuoi contenuti sono o meno rilevanti per i tuoi fan. Creano una conversazione oppure nessun utente interagisce? Il sentiment è positivo? Analizza la tua pagina e rispondi a queste domande. Nel caso ti accorgessi che i tuoi contenuti non generano engagement o ancor peggio che è negativo, ti suggerisco di cambiare immediatamente rotta: allineati con i nuovi obiettivi di Facebook, riformula subito il tuo piano editoriale e rivedi la tua strategia.

L’importanza dei gruppi

In quest’ottica l’importanza dei gruppi a supporto del proprio brand è fondamentale. I gruppi Facebook infatti generano interazioni tra persona e persona, l’autenticità dei rapporti è indiscutibile. Valutare la creazione di un gruppo a questo punto diventa imprescindibile per la tua strategia Facebook, non solo perché attraverso questo strumento puoi creare una comunity ancor più ampia e unita, ma anche per dare la possibilità ai tuoi contenuti di essere visualizzati organicamente.

Vuoi scoprire la migliore strategia Facebook per la tua azienda?

CONTATTACI

Rudy Ciligot

Social Media Specialist

Share
Publicato da
Rudy Ciligot

Recent Posts

  • Digital Strategy

Amazon Store: un vero e proprio sito all’interno di Amazon

Contenuti e prodotti sempre aggiornati, una pagina dedicata al business del brand. Con Amazon Store si può iniziare e concludere…

4 giorni fa
  • Digital Strategy

AMS – Amazon Marketing Service: la Pubblicità in Amazon

Amazon Marketing Service è la piattaforma di self-advertising che permette di creare tre tipologie di annunci ma come rendere questo…

1 mese fa
  • Blog
  • Digital Strategy

Il customer journey è morto: W il customer journey!

Con Customer Journey si intende il percorso che l’utente compie quando entra in contatto con un’azienda nel corso del tempo, nei…

3 mesi fa
  • Senza categoria

MARKETERs MakeIT! 2019: Change, Save, React!

Mancano pochissimi giorni alla quarta edizione di MARKETERs MakeIT!, il secondo dei tre grandi eventi annuali organizzato dal MARKETERs Club. Site…

3 mesi fa
  • CONVERSION RATE

CONVERSION RATE OPTIMIZATION: It’s a long way to the top if you wanna make the CRO

Cosa pensa l'utente quando è in un sito web? Cosa impedisce di effettuare la conversione? Per scoprirlo abbiamo bisogno di…

4 mesi fa
  • Blog
  • Digital Strategy

Il delitto del carrello abbandonato, l’ebook sull’e-commerce

Per la collana Yellow Marketing, Il delitto del carrello abbandonato, l'Ebook dedicato all'indagine che riguarda i motivi di abbandono del…

4 mesi fa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.