Categorie: ACQUISITIONBlog

Comunicazione Human to Human: parlare (finalmente) alle persone

B2B o B2C? Quale tono utilizzare per non sbagliare? Quale target intercettare, cosa proporre e soprattutto come farlo? La dicotomia business e consumer oggi si traduce sempre di più in una sola parola: human! 

La tradizionale suddivisione tra Business to Business (B2B) e Business to Consumer (B2C), esiste ancora. Intere campagne pubblicitarie sono pensate, costruite ed indirizzate ad un pubblico differente per tipologia e bisogni, priorità di domande a cui rispondere e aspettative.

Prova a pensare: in entrambi i casi, a chi si parla se non alle persone?

L’azienda, il target che tradizionalmente chiamiamo B2B, non è altro che un insieme di persone con obiettivi, necessità ed una scelta da compiere in base alle informazioni che riuscirai a fornire. Probabilmente ad una sola persona verrà chiesto di scegliere il tuo prodotto e documentarsi sul servizio che offri. Sarà un Responsabile Marketing o un tecnico incaricato, insomma una persona in carne ed ossa che andrà convinta.

Parlare il linguaggio human to human significa orientare la tua comunicazione ai singoli e costruire soluzioni e risposte concrete in relazione ai loro bisogni.

Con la tradizionale comunicazione B2C è tutto più semplice perché parliamo direttamente al consumer, cioè a colui che si informa, sceglie, acquista e magari consiglia il nostro prodotto/servizio.

I testi di categoria che descrivono la tipologia di prodotto e che raccontano chi sei al consumatore finale devono avere tutte le notizie su ciò che tu stai vendendo e che lui potenzialmente acquisterà.

Se non lo hai già fatto, ti consiglio di leggere un articolo pubblicato qualche settimana fa proprio sulla vendita e-commerce.

Come parlare alle persone? 

Ormai ti è chiaro: l’approccio human to human invita a rivolgersi alla persona e non al consumatore. La differenza, credimi, non è scontata.

Rivolgersi al lato umano delle persone e non al loro portafogli, significa entrare in relazione con un insieme di pensieri e desideri, ma anche timori e dubbi. L’obiettivo da raggiungere è convincere ma anche far “sentire” che quel prodotto e quel servizio è esattamente quello che lui stava cercando.

Il tuo sito web, la tua comunicazione social possono aiutarti. In merito a quest’ultimo punto, qualche settimana fa, abbiamo parlato di Tone of voice e di modi in cui parlare al tuo pubblico.

Articoli, testi categorie, testi per prodotti sono essenziali! Di seguito tre piccoli suggerimenti per iniziare ad essere Human.

1. Cambia vocabolario

Stop! Non pensare più ai tuoi clienti come entità astratte: predisponiti alla comunicazione human e cambia la terminologia. Entra in empatia. Stai parlando a persone come te, me, lui, lei, il collega accanto…

2. Crea esperienza

La conoscenza diretta è sempre un valore aggiunto eppure non sempre può essere così. La comunicazione human to human si basa sulla creazione, da parte di chi scrivere, di testi in grado di raccontare un’esperienza, di rispondere ad un bisogno traducendolo in emozione.

3. Immagina una necessità

L’immedesimazione è un’arte bellissima: ti invita a calarti nei panni delle persone in modo da sentire, pensare, parlare così come sentono, pensano e parlano loro e questo è molto importante quando devi scrivere un testo che deve convertire. Intercettare i bisogni significa colpire al cuore!

4. Interpreta il pubblico/persona

Chi è il tuo pubblico, a chi ti rivolgi? Com’è fatto, che passioni ha, che interessi lo coinvolgono, cosa piace, cosa non piace? Conoscilo tramite sondaggi, commenti sul sito, interazioni sui social. Decifrare il codice delle volontà è tanto difficile quanto necessario.

Human power!

Per una buona comunicazione human to human, dunque, è necessario mettere al centro le persone che ti leggono, quelle che devo acquistare il tuo prodotto e usufruire del tuo servizio.

Perchè stanno cercando il tuo prodotto oppure il tuo servizio?

La risposta deve essere nei contenuti sul tuo sito oppure nei post che orientano la tua comunicazione social. L’interazione deve essere continua: questo permette di far conoscere il tuo brand alle persone che devi assolutamente conquistare.

Lasciati aiutare dai nostri specialist a rendere la tua comunicazione davvero human!

CONTATTACI

Anita Santalucia

Content Specialist

Share
Publicato da
Anita Santalucia
Tags: Content Strategy

Recent Posts

  • Senza categoria

MARKETERs MakeIT! 2019: Change, Save, React!

Mancano pochissimi giorni alla quarta edizione di MARKETERs MakeIT!, il secondo dei tre grandi eventi annuali organizzato dal MARKETERs Club. Site…

1 settimana fa
  • CONVERSION RATE

CONVERSION RATE OPTIMIZATION: It’s a long way to the top if you wanna make the CRO

Cosa pensa l'utente quando è in un sito web? Cosa impedisce di effettuare la conversione? Per scoprirlo abbiamo bisogno di…

3 settimane fa
  • News

SITE BY SITE MEDIA PARTNER DI MARKETERs MakeIT! 2019

Siamo tra i media partner dell'evento MARKETERs MakeIT! 2019 Change, Save, React!, il secondo incontro dell'anno accademico organizzato dal MARKETERs…

3 settimane fa
  • Blog
  • Digital Strategy

Il delitto del carrello abbandonato, l’ebook sull’e-commerce

Per la collana Yellow Marketing, Il delitto del carrello abbandonato, l'Ebook dedicato all'indagine che riguarda i motivi di abbandono del…

4 settimane fa
  • Blog
  • Digital Strategy

Il mistero della vetrina Facebook, l’Ebook della collana Yellow Marketing

Il mistero della vetrina di Facebook, primo Ebook della collana Yellow Marketing, è la prima serie di pubblicazioni interamente prodotte…

1 mese fa
  • News

SITE BY SITE: DIGITAL INVESTIGATION. LA COVER STORY SU MEDIA KEY

La Cover Story di questo mese su Media Key è dedicata alla nuova campagna: Digital Investigation. A presentarla, in un'intervista,…

1 mese fa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.