Facebook lancia i Lead Ads

,

Al via i primi test di Facebook sui Lead Ads: come cambieranno le strategie di lead generation?

Da qualche settimana Facebook ha lanciato i Lead Ads, un nuovo strumento che consentirà, in un futuro prossimo, di facilitare la generazione di lead tramite la compilazione automatica dei moduli di contatto con le informazioni fornite dagli utenti sui loro profili.

> Scopri anche l’utilità e i vantaggi delle strategie di Lead Generation!

Più semplicemente, la rivoluzione consisterà nell’utilizzo dei dati personali di ogni utente (nome, cognome, numero di cellulare, indirizzo email) per compilare automaticamente i moduli di contatto delle landing page pubblicitarie, risparmiando la fatica ai diretti interessati.

Acquisire contatti con Facebook, oggi

Attualmente, per acquisire contatti con Facebook, la strategia più efficace prevede 3 operazioni fondamentali:

  • la creazione di un annuncio con un link esterno che porta a una landing page;
  • la realizzazione di una landing page dedicata che descrive un prodotto o un servizio;
  • l’inserimento di un form di contatto all’interno della landing page.

Inutile dire, però, che se l’utente non compila il form di contatto dopo aver cliccato sulla campagna, ogni speranza di aumentare il tasso di conversione e contattare ulteriormente l’utente sfuma per sempre insieme al costo del suo click.

I punti deboli dell’attuale strategia non sono del tutto irrilevanti: in primo luogo, i link che portano fuori da Facebook costringono gli utenti ad aspettare il caricamento (spesso lento) delle pagine web; in secondo luogo, compilare un form da uno smartphone è decisamente più complicato che farlo da un computer.

Quest’ultimo dato fa pensare, soprattutto se consideriamo che la maggior parte delle persone che navigano su Facebook lo fanno tramite smartphone.

05.1

Acquisire contatti con Facebook, domani

I Facebook Lead Ads si propongono come soluzione ai problemi sopra elencati: compilando tutte le informazioni di contatto automaticamente, sarà molto più semplice, per gli utenti, inviare richieste veloci senza farsi scoraggiare dalla lunghezza dei form.

Questo sarà tuttavia possibile solo restando all’interno di Facebook, cosa che fa nascere non poche domande dato che comporterà un calo delle visite ai siti aziendali. La soluzione? Dividere i budget promozionali tra Lead Ads e campagne «classiche».

Attualmente i Lead Ads sono ancora in fase di test da parte di un piccolo gruppo di inserzionisti. Non sappiamo ancora quando il servizio sarà lanciato anche in Italia, ma speriamo presto! 😉

Ti piace questo post sui Lead Ads di Facebook?

Condividilo con i tuoi amici sui social network!