Tre pillole dal Web Marketing Festival 2017

,

Venerdì 22 e sabato 23 giugno si è tenuto a Rimini il Web Marketing Festival 2017, uno degli eventi più importanti d’Italia per gli addetti ai lavori…e il nostro team c’era!

Non potevamo certo perdere l’occasione di partecipare a questa full immersion che in due giorni ci ha permesso di destreggiarci tra più di 200 relatori, veri guru del settore, che ci hanno dato modo di approfondire tematiche, tool e strategie che utilizziamo quotidianamente, e di conoscerne di nuovi.

Nel nostro settore la curiosità e la formazione continua sono tra i pilastri fondamentali della crescita e dei risultati, e noi di Site by Site lo sappiamo bene.

Una delle cose migliori di questo evento è stata l’aver racchiuso, nello stesso spazio e nello stesso momento, specialisti di campi molto diversi ma strettamente collegati e integrabili nel mondo della comunicazione digitale, un’ottima occasione per crescere ancora di più nell’elaborazione di strategie complete e competitive e, quindi, per affiancare i nostri clienti nel raggiungimento dei loro obiettivi di business.

Sarebbe impossibile riportare in un solo articolo tutte le cose che abbiamo imparato e approfondito in questi due giorni, ma ho deciso di citare 3 concetti che ci sono sembrati particolarmente interessanti e che riteniamo affini a quella che è la nostra filosofia aziendale.

Lego è incentrata sul consumatore. Vogliamo essere così vicini da percepire ciò che vuole.

Giuseppe Brumone – Digital Manager di Lego

Questa è una delle linee guida del “metodo Site by Site”.

Quando ti trovi a preparare una nuova campagna per la tua azienda scommetto che almeno qualche volta ti sarà venuto spontaneo parlare di te, dei servizi che offri e delle moltissime peculiarità dei servizi che proponi. Conosci bene il tuo prodotto e vuoi comunicare agli utenti tutte le sue caratteristiche nel minor tempo possibile.

Ma è davvero utile?

Forse senza rendertene conto stai mettendo te stesso e i tuoi prodotti al centro della tua comunicazione, ma non è questa la strada giusta.

È il consumatore che deve essere messo al centro, sono i suoi bisogni che svolgono un ruolo fondamentale nella costruzione della campagna.

Si, proprio così: saper intercettare i bisogni del tuo target è fondamentale perché solo in questo modo puoi rispondere alle sue esigenze, nel momento giusto.

Non è sufficiente che il brand sia fatto di persone. Le persone vanno ascoltate e vanno osservati i comportamenti.

Ascolta quello di cui il tuo target ha bisogno e rivolgiti a lui offrendogli esattamente quello che cerca.

Il lato inbound dell’email: come creare l’email giusta per ogni fase del funnel

Maria Giulia Ganassini – Content e Community Manager di MailUp

Ho appena parlato di quanto sia importante mettere l’utente al centro del processo di comunicazione e rispondere ai suoi bisogni con i nostri servizi, ma come possiamo farlo concretamente?

Per saper guidare i clienti o i prospect in un processo di acquisto è fondamentale che, prima di tutto, sia chiaro per noi come funziona il customer jorney e come esso sia cambiato nel corso degli anni, fino ad arrivare ad essere multidirezionale, multicanale, multidevice e soprattutto definito in momenti.

E’ proprio la scomposizione del processo in questi piccoli momenti la logica che sta alla base dell’inbound marketing.

Una volta individuati i momenti principali potrai riassumere il percorso in un insieme di step che serviranno a supportare il funnel.

In quest’ottica Maria Giulia Ganassini ha individuato 4 fasi principali che possono aiutarti nel raggiungimento del tuo target con contenuti appropriati e condivisi nel momento giusto:

– definire i buyers/readers

– capire quali sono gli interessi di queste categorie di persone

– individuare metriche adatte per ogni fase del funnel

– creare un piano editoriale adeguato ad ogni specifico segmento

Se sei interessato a saperne di più sulle logiche del funnel, leggi il nostro articolo.

Sempre più Local: Facebook Search e i risultati relazionali cambiano il Local Marketing

 Silvia Signoretti

Al Web Marketing Festival 2017 si è parlato anche di Local Marketing ossia del marketing sulle mappe online e in particolare di come Facebook ami le attività locali e incentivi la loro presenza nella piattaforma.

Facebook è consapevole che il Local Marketing sta diventando sempre più utile per le ricerche di business e questo è dato anche dal fatto che determinate informazioni sono molto più veloci e semplici da intercettare sui social che sui motori di ricerca.

Con le campagne geolocalizzate puoi raggiungere il tuo target presente in una specifica area geografica, un’opportunità preziosa non solo per le piccole attività ma anche per le aziende caratterizzate da una rete distributiva organizzata.

Quello del Local Marketing è un argomento molto vasto e che coinvolge vari canali. Se desideri approfondirlo, leggi il nostro articolo.

Nel mio articolo ho voluto, quindi, riportare gli interventi che più mi hanno incuriosito in questa due giorni molto ricca, pensando che possano essere utili anche a te, a patto di farli rientrare in una strategia ben definita che ottimizzi le risorse e che porti ai risultati che vuoi.

Se vuoi rafforzare la tua comunicazione online con strategia

CONTATTACI