Categorie: Digital Strategy

AMS – Amazon Marketing Service: la Pubblicità in Amazon

Nel 2018 sono stati spesi in pubblicità 590 miliardi di dollari e circa un quarto (cioè il 24%) è stato speso per le attività in Google e Facebook ma da pochi anni a minare il predominio dei due colossi è un nuovo player, Amazon.
Quest’anno l’azienda di Seattle dovrebbe raggiungere circa i 20 miliardi d’investimento con una previsione di crescita molto più rapida di Big G.

La piattaforma di self-advertising si chiama Amazon Marketing Service (AMS) ed è stata introdotta sul mercato nel 2012 ed è arrivata soltanto nel 2016 in Italia. Site by Site dal 2019 è Partner certificato Amazon Advertising Sponsored Ads Accreditation.

Gli annunci a pagamento in Amazon sono suddivisi tre diverse tipologie:

  • sponsored Product
  • sponsored Brand
  • product Display.

Sponsored Product

Questa particolare tipologia dà la possibilità di creare annunci per i tuoi prodotti tramite parole chiave, categorie e ASIN (codice univoco assegnato da Amazon ad ogni prodotto)
Gli annunci sponsorizzati possono essere visualizzati nei risultati di ricerca e, da metà del 2018, anche nelle PdP (pagine prodotto).
Grazie a questa doppia funzionalità, le campagne possono essere utilizzate sia per utenti più “caldi” che cercano i prodotti all’interno dell’e-commerce sia per utenti che ancora non hanno una decisione circa il prodotto da acquistare.

Il targeting è fondamentale per l’impostazione della campagne e in AMS sono selezionabili due tipologie:

  1. targeting Automatico → Amazon scansionerà le pagine prodotto associate alla campagna e selezionerà in maniera automatica le parole chiave da associare alle campagne
  2. targeting Manuale → che a sua volta si suddivide in:
    > Targeting per Parole chiave: inserimento di keyword (a corrispondenza esatta, a frase e ampia), per intercettare utenti che stanno cercando i tuoi prodotti
    > Targeting per Prodotto: inserimento di prodotti, categorie o marchi, molto utile nella fase di intermedia del funnel di conversione dove è possibile erogare l’adv dei tuoi prodotti all’interno di pagine si altri ASIN.

Per quanto riguarda quest’ultima targetizzazione dal 2019 è stata introdotta una nuova opzione che dà la possibilità di affinare in modo più preciso il target. Ovvero:

  • per fascia di prezzo
  • per numero di stelle.

Come Google, Amazon è basato su delle aste tra inserzionisti e dalla fine 2018 è possibile inserire anche delle offerte diverse (dinamiche) dall’offerta fissa:

  • solo al ribasso: riduzione delle offerte quando la parola chiave ha poche possibilità di vendita
  • al rialzo e al ribasso: l’offerta aumenta fino al 100% quando è più probabile una vendita mentre si riduce in caso contrario.

Inoltre, per questa tipologia di campagna, è possibile aumentare le offerte fino al 900% per migliorare il posizionamento dell’annuncio in aggiunta alla strategia legata all’offerta selezionata.

Le due opzioni selezionabili sono:

  • Prodotti più cercati: risultati di ricerca di Amazon
  • Pagine di prodotto: erogare adv all’interno delle schede prodotto

Sponsored Brand

Solitamente vengono utilizzate con l’obiettivo di aumentare l’awareness (queste campagne possono essere attivate solamente dopo avere registrato il marchio in Amazon).

Le Sponsored Brand hanno le stesse funzionalità di una campagna Sponsored Product con Targeting per Parole chiave (senza la possibilità di utilizzare keyword negative), inoltre è possibile selezionare solamente l’offerta fissa.

I banner vengono erogati nei risultati di ricerca e possono essere visualizzati: sopra la pagina, in fondo e alla sinistra dei risultati di ricerca.

La ridotta disponibilità di erogazione comporta un aumento della competizione che farà registrare un CPC medio più alto rispetto gli altri formati.

La creatività si presenta con:

  • il logo che può essere quello aziendale o un’immagine dove però sia ben visibile il prodotto
  • un testo di massimo 50 caratteri (Amazon è molto più restrittivo di Google per quanto riguarda la stesura del copy)
  • tre prodotti da inserire nel banner

Lo Sponsored Brand, inoltre può avere 3 diverse destinazioni:

  • un elenco di prodotti selezionati dall’inserzionista: Amazon creerà una pagina ad hoc per questi ASIN
  • un URL personalizzato cioè una pagina retail creata da Amazon su prenotazione (come per esempio una promo carrello)
  • Brand Store, una pagina vetrina customizzabile

Product Display

Questo tipo di campagna è molto utile nella fase di consideration soprattutto per far conoscere i tuoi prodotti all’interno delle pagine di prodotto dei competitor.

Ha due possibilità di targeting:

  • per prodotti: selezionare lista di ASIN dove si vuole erogare il proprio banner
  • in base agli interessi: l’annuncio comparirà ad un segmento di clienti che mostrano interessi affini al tuo prodotto (i vari cluster sono creati da Amazon).

Anche in questo caso è possibile inserire un copy di 50 caratteri e utilizzare solamente l’offerta fissa.

In conclusione la piattaforma di Amazon Marketing Service è in continua evoluzione ed è cresciuta moltissimo negli ultimi 2 anni anche se rispetto ad altri player è sicuramente acerba.

Anche con queste limitazioni rimane comunque un’opportunità di business che non può mancare se si è proprietari di un e-commerce dove l’adv deve assolutamente far parte della strategia di marketing per dare un boost significativo alle vendite.

Vuoi saperne di più?

CONTATTACI

Nicolò Vianello

Digital Advertising Specialist. Accreditato Amazon Advertising Sponsored Ads Accreditation.

Share
Pubblicato da
Nicolò Vianello

Recent Posts

  • Blog
  • Digital Strategy

Employee Advocacy: da lavoratore ad ambasciatore per far crescere l’azienda

Quali sono i vantaggi di una strategia di coinvolgimento dei lavoratori nel racconto dell'azienda per la crescita dell'awereness? Diversi. Le…

3 settimane fa
  • Blog
  • CONVERSION RATE

Vendor o Seller: come vendere su Amazon?

Vendor o Seller? Come approcciare alla vendita su Amazon? Quali sono i nuovi modi per promuovere il brand sul più…

4 settimane fa
  • Digital Strategy

Dare carattere al Chatbot è una strategia vincente

Per una strategia vincente è molto importante dare carattere al chatbot, l'assistente virtuale, infatti, deve parlare il linguaggio del brand…

1 mese fa
  • Digital Strategy

BrightonSEO 2019 – Search Engine Optimism

BrightonSEO è uno dei maggiori eventi in Europa dedicati al Digital Marketing, con focus sull'ottimizzazione per i motori di ricerca.…

5 mesi fa
  • Digital Strategy

Chatbot: come risponde il mercato?

Perché il chatbot è diventato una tecnologia fondamentale che può aiutarti a raggiungere gli obiettivi della tua strategia digitale? Un…

5 mesi fa
  • Digital Strategy

VOICE TECHNOLOGY: una grande opportunità per i brand

Durante il WMF 2019 si è parlato di Voice Technology come nuovo touchpoint ed opportunità per i brand. Cos'è la…

6 mesi fa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.