Chatbot: come risponde il mercato?

Ottobre 17, 2019
Pubblicato da: 
Web Designer

I chatbot, l’intelligenza artificiale, gli assistenti vocali. Queste tecnologie ormai sono parte fondamentale della strategia di digital marketing delle aziende più innovative ed è proprio questa la tendenza che sta prendendo l’assistenza ai clienti. Che lo si voglia o no, questi tipi di servizi sono consolidati e in particolare il chatbot è molto diffuso per la sua semplicità di creazione e di utilizzo.

Decidere di non installarne uno nel proprio sito o nella propria pagina Facebook, significa perdere l’occasione di avere un vantaggio competitivo rispetto alle aziende che giocano ruoli da protagonisti all’interno delle realtà virtuali.

Non ci credi? Diamo un’occhiata a un po’ di numeri e scopriamo perché il chatbot è una tecnologia fondamentale che può aiutarti a raggiungere gli obiettivi della tua strategia digitale.

Quanto stanno crescendo i chatbot?

Secondo la rivista Forbes, tra i primi dieci posti nella classifica dei trend di marketing digitale c’è anche il chatbot, che si piazza all’ottava posizione(1). Si prevede infatti, che entro il 2020 oltre 9 aziende su 10 avranno installato un chatbot per agevolare i loro servizi(2), con un aumento previsto anche nel settore pubblico a livello mondiale del 42%(3).

Come si traduce nel mercato economico?

Sono molti i motivi del successo dei chatbot, uno tra questi è il fattore economico. Attivare un chatbot, infatti, riduce i costi di assistenza proprio perché ha la funzione di “filtraggio” delle richieste ed è in grado di gestire i quesiti basilari degli utenti. In questo modo, permette agli addetti ai lavori di dedicarsi con più attenzione alle richieste più complicate.

Secondo una stima effettuata da Juniper Research, entro il 2020 l’utilizzo dei chatbot favorirà una riduzione dei costi di assistenza e marketing di circa 8 miliardi di dollari(2), con un mercato globale in crescita fino a 1,25 miliardi di dollari entro il 2025(3).

Chi prima arriva meglio genera

Un altro aspetto che favorisce l’utilizzo e il successo dei chatbot è la rapidità nelle risposte che possono dare agli utenti. A differenza di una persona, il chatbot è disponibile 24/7 e sebbene non possa assicurare la stessa assistenza dettagliata, può garantire la gestione delle domande più frequenti, la vendita di prodotti e anche la lead generation.

È ormai noto che la percentuale di lead acquisiti cala drasticamente dopo 10 minuti di attesa da una richiesta. Un tempo che, umanamente, è difficile assicurare.

Grazie alla presenza costante del chatbot, è possibile limitare questa mancata acquisizione, fornendo le prime informazioni utili e la richiesta di contatti. La possibilità di rispondere agli utenti in qualsiasi momento e in pochi secondi aiuta a trasmettere l’immagine positiva di un’azienda, attenta e disponibile per i propri clienti.

Lead(2)

Cosa pensano gli utenti?

Nel 2019 le persone sono abituate a servizi tempestivi, immediati. Servizi Come Amazon, Google o Netflix, hanno permesso ai loro utenti di ricevere risposte e servizi in tempi prima inimmaginabili. E se la velocità è il trend dei servizi a cui ci stiamo abituando, il chatbot non può che portare a risultati positivi:

  • Il 58% dei consumatori dichiara che le nuove tecnologie come chatbot e assistenti vocali hanno cambiato le aspettative verso un brand.
  • Il 54% dei consumatori si aspetta un cambiamento nel modo in cui i brand interagiscono con i clienti.
  • Il 77% dei consumatori dichiara che i chatbot miglioreranno le proprie aspettative nei prossimi 5 anni.(4)

I consumatori stanno quindi cambiando, al passo con le tecnologie che le aziende sono in grado di offrire loro.

E infatti i chatbot si stanno rivelando molto utili anche nel settore dell’e-commerce, perché in grado di accompagnare l’utente all’acquisto seguendo indicazioni personalizzate e guidando la scelta finale. Un percorso facile e veloce a cui le persone si stanno affezionando sempre di più. Infatti, secondo una ricerca di HubSpot, il 47% delle persone è disposto a comprare un articolo o un servizio tramite chatbot.

Report

Vuoi definire la tua digital strategy con un chatbot unico e personalizzato per la tua azienda?

(1)webnews.it

(2)dmep.it

(3)corrierecomunicazioni.it

(4)salesforce.com

Tag
Ultimi articoli
Cos’è Apple Mail Privacy Protection e cosa cambia dopo l’update iOS 15
iOS 15 permetterà di disabilitare i pixel di tracciamento e falserà i dati dell’open rate, scopri come modificare la tua strategia di email marketing.
Continua a leggere
Marketing Turistico: strategia e prospettive post Covid
Il settore del turismo ha subito molto gli effetti della pandemia da Covid-19. Quali sono le strategie utili da adottare per le strutture che fanno dell’ospitalità il loro core business? Scopriamolo assieme.
Continua a leggere
Sequestro virtuale: il secondo libro della collana Digital Investigation alla Mostra del Cinema
Alla scoperta del volto nascosto del web con il nuovo romanzo di Riccardo De Palo, prodotto da site By site e presentato alla 78^ Mostra del Cinema di Venezia.
Continua a leggere
I nostri progetti
I nostri partner

Idee, tecnologia, omnicanalità e cultura: in site By site abbiamo un approccio guidato dalle idee e ispirato dai dati, per creare valore per i brand, step By step.

Via Bordin, 117
35010 Cadoneghe, Padova
Tel +39 049 629146
Fax +39 049 8877203

Via Rubens, 19
20158 Milano
Tel +39 02 365 90500

2021 © Site by Site S.p.A. - C.F./P.IVA 04256460280 - Registro delle Imprese di Padova - R.E.A. 375285 - Capitale sociale 50.000,00 i.v. € Info GDPR (Regolamento UE 2016/679).

Privacy Policy | Cookies Policy | Preferenze Cookie

crossmenuchevron-downchevron-right linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram